Stan Meyer il domatore dell’acqua








Abbiamo parlato più volte della possibilità di ricavare energia dall’acqua su queste pagine e, a parte il pubblico scettico o i tanti faciloni che non fanno i conti col bilancio energetico totale, esistono effettivamente varie tecnologie che permetterebbero di scindere questo comune e diffusissimo elemento per ricavarne energia in abbondanza e sufficiente per essere sfruttata in molti campi.

Un grande inventore americano Stan Mayer, considerato il secondo miglior inventore dopo Tesla, ce ne ha dato prova già 20 anni fa con la sua auto ad acqua.
La sua macchina (una vecchia Dune Buggy), riusciva a percorrere oltre 180 Km con 4 litri di semplice acqua di rubinetto.

Il processo di adattamento e di implementazione, seppur possibile, è piuttosto complesso e richiede conoscenze elettrochimiche non comuni, si parla di procedimenti che attuano modificazioni molecolari dell’acqua e di scissioni atomiche mirate ad ottenere un composto piuttosto strano contenente atomi di idrogeno ed ossigeno in stato gassoso. 

Su queste ricerche Mayer, all’inizio degli anni novanta, ha depositato una trentina di brevetti tutti indirizzati a tecniche di scissione atomica dell’acqua per l’ottenimento di un gas molto energetico ed adatto ai più variegati utilizzi: dalla propulsione civile fino ad arrivare a quella aerea.

Purtroppo questo personaggio scomodo fu avvelenato nel marzo del 1998 per non aver voluto vendere i propri brevetti ad una industria petrolifera araba che voleva mettere a tacere le sue ricerche.

A Stan, venne offerto un milione di dollari, per archiviare la sua invenzione, ricevette anche molte minacce esplicite, si appropriarono anche del suo prototipo e di tutti gli strumenti scientifici e sperimentali, ma lui era un uomo tutto d’un pezzo che credeva all’evoluzione tecnologica per fini di bene; diceva che la sua tecnologia doveva essere al servizio delle persone e lui lavorava solo per apportare benessere all’intera umanità.

Continuò quindi per la sua strada, ottenne tutti i brevetti per la sua invenzione ed era pronto per la produzione. Con 1500$ prometteva di trasformare qualsiasi auto in una water car.

Dopo la sua morte ed allo scadere dei brevetti, qualcuno (forse il fratello), ha deciso di pubblicare le sue scoperte ed i suoi brevetti fornendo materiale di grande valore scientifico.

Non sono sicuramente tecnologie implementabili da semplici smanettoni o hobbisti, ma applicabili da qualche industria che volesse seriamente impegnarsi in campo ecologico e che non abbia paura di scontrarsi con i mostruosi interessi finanziari che girano intorno ai carburanti fossili (compresa l’utopia dell’idrogeno).

Vi lascio con alcuni vecchi filmati originali di Stan Mayer con la sua Dune Buggy ed i suoi studi che dimostra l’effettiva validità delle sue invenzioni.

 

 

 

 

 

Come i più smaliziati avranno capito, non si tratta assolutamente di un banale accrocco studiato per far parlare di sé; il progetto è molto serio e profondo e lo si potrà valutare da questo ultimo filmato, piuttosto lungo, che mostra la grande complessità dei dispositivi che sono stati necessari costruire per la realizzazione del prototipo.

 


 

Per chi voglia approfondire ulteriormente l’argomento, rimando al materiale documentale che  ci ha lasciato questo grande uomo in formato PDF liberamente consultabile da tutti.

Per gli interessati invece allo sfruttamento di un prodotto simile, sviluppato più di recente, più sicuro e dalle prestazioni largamente superiori, vi rimando al nostro precedente articolo pubblicato alcuni mesi fa.

Un saluto

 


Scan the QR Code
Se ti è piaciuto questo post condividi in mobilità e diffondi tra i tuoi amici.
Come fare: con l’interprete di QR Code inserito nel tuo smartphone, potrai condividere il link di questa pagina (contenuto in questo strano quadrato) via e-mail – SMS – Skype – WhatsApp – Facebook (o altri social) a tutti i tuoi amici. Ti ringraziamo per il tuo aiuto.






Questo spazio è disponibile per promozioni o pubblicità in vari formati e dimensioni, se sei interessato contattaci o leggi qui


------- Se ti è piaciuto il post diffondi e metti Mi Piace
0
Puoi lasciare un commento o un trackback dal tuo sito.

4 Risposte a “Stan Meyer il domatore dell’acqua”

  1. […] Stan Meyer il domatore dell’acqua […]

  2. Stampo Lampo ha detto:

    Signor Riva mi sono raccomandato più volte di evitare i suoi commenti dementi e l’ho anche smentito più volte vuole ancora continuare o vuole essere bannato?

  3. lorenzo ha detto:

    Sempre bello leggere i vostri articoli!
    PErchè però non parliamo mai dei geni italiani quali PierLuigi Ighina h*****/W*W.youtube.com/watch?v=kUSeRf-3PVg&feature=related
    e chi continua per obby i suoi esperimenti h*****/W*W.cambioilmondo.it/about-2-2/ sarebbe bello saperne di più!

  4. la.re ha detto:

    Interessante, ma non si corre il rischio che l’acqua, già maldistribuita nel mondo, finisca troppo presto?

Lascia una risposta a FREE-ENERGY NEWS Italia/Mondo primavera 2016

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes

Se trovi interessanti gli argomenti... condividi.

  • http://www.stampolampo.it/feed/
  • Follow by Email
  • https://www.facebook.com/stampolampoblog/
  • https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
    http://www.stampolampo.it/stan-meyer-il-domatore-dellacqua">
  • https://twitter.com/slblog
  • SHARE
http://www.stampolampo.it/feed/
Follow by Email
https://www.facebook.com/stampolampoblog/
https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
http://www.stampolampo.it/stan-meyer-il-domatore-dellacqua">
https://twitter.com/slblog
SHARE