L’automezzo pubblicitario

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

YWPfurgoneDecorare un automezzo, oltre che personalizzarlo, permette un messaggio pubblicitario importante dall’impatto efficace ed immediato.

Con le moderne tecnologie, le decorazioni possono spaziare dalle semplici scritte e loghi aziendali (generalmente poste sullo sportello) fino alla copertura dell’intero veicolo mediante disegni, immagini e grafiche accattivanti e vistose.

La realizzazione può venire eseguita con vinili di media e lunga durata (5 – 7 anni)  dalle ottime caratteristiche meccaniche ed ottimi collanti che permettono una adeguata adesivazione senza riduzioni di forma (né scivolamenti dimensionali) a tutte le temperature.

In particolare i nuovi materiali, specialmente i fusi, Continua »

Un regalo al nostro pianeta

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

donazione Fai un regalo al tuo pianeta e all’umanità, partecipa anche tu a questa ricerca rivoluzionaria e ecologica!

L’evoluzione industriale, dal carbone, al petrolio, alle centrali nucleari, ha portato un fortissimo inquinamento ambientale, ma anche altri guai che sono a conoscenza di tutti; ogni passo evolutivo è risultato più dannoso e più letale del precedente.

Oggi possiamo dare una svolta sostanziale entrando nella produzione di tecnologia più pulita e sostenibile e la tecnologia esiste ed è già sperimentata e dimostrata anche scienticamente.

Da oltre 10 anni siamo impegnati in promettenti ricerche rivolte a fonti energetiche alternative e free energy (energia libera ed ecosostenibile da non confondere con energia gratis).

Ricerche che all’inizio erano considerate tabù anche dal mondo accademico, oggi si cominciano a considerare più seriamente.
Purtroppo però i fondi pubblici non sempre vengono destinati Continua »

La schiavitù dell’oro nero

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

OroNeroGeneralmente risulta sicuro e comodo speculare sull’oro nero per realizzare dei guadagni interessanti a breve, medio e lungo termine in quanto i valori di questa materia prima energetica si evolvono molto prevedibilmente e solitamente al rialzo (parliamo comunque di pura speculazione finanziaria).

Comprare petrolio

Investire sul mercato petrolifero presenta un certo numero di vantaggi, sia per gli investitori a lungo termine che acquistano dei barili attraverso dei prodotti di investimento bancario quali le OPCVM (Organisme de Placement Collectif en Valeurs Mobilières, Investimento Collettivo in Valori Mobiliari) sia, e soprattutto, per gli speculatori a breve termine che effettuano delle transazioni sui mercati attraverso i CFD (Contract For Difference, Contratto per differenza)  proposti dai mediatori online.
E’ noto che, tranne rari casi, l’evoluzione del petrolio segue un trend generalmente ascendente, in gran parte dovuto al costante aumento della domanda asiatica, ma anche a causa delle tensioni di mercato che animano i paesi produttori e che minacciano l’approvvigionamento di greggio verso l’occidente.
Per tali motivi il petrolio è diventato un prodotto di investimento Continua »

L’acqua più costosa al mondo è italiana

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

MemoriaAcquaE’ prodotta in Italia l’acqua più strana, introvabile e costosa al mondo e precisamente da una azienda vicentina.
E’ limpida, trasparente, fluida, inodore, assolutamente ecologica e con ph neutro come l’acqua, le analisi chimiche di base la associano all’acqua dolce, ma quando si va a misurare più approfonditamente, gli strumenti fanno le bizze e vanno quasi tutti in tilt.

Qualche pazzo, dopo aver acquistato il flacone, ha immerso la lingua sul liquido ed ha dichiarato che è solo un po’ pizzicoso come l’acqua gassata, ma in realtà non fa le bollicine né possiede alcuna effervescenza; altri l’hanno usato per conservare o essiccare i fiori recisi, ma non contiene alcuna sostanza conservante; altri pazzi, l’hanno usato come lozione per capelli perché, secondo loro, ne velocizza l’asciugatura, li rende più morbidi e vivaci e quasi immuni dai problemi dell’umidità atmosferica, ma non è un prodotto cosmetico; altri ancora ci immergono i gioielli per renderli più brillanti e luminosi, ma non è un detergente. Continua »

Rientrate nel 50 percento?

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

 

SocialMediaUn recente sondaggio condotto da eDiscovery Journal ha rilevato che meno del 20 percento dei partecipanti dispone di un piano per conservare e raccogliere i social media. Si tratta di un dato preoccupante poiché, “entro la fine del 2013, al 50 percento di tutte le aziende verrà richiesto di esibire i materiali raccolti dai siti di social media per operazioni di eDiscovery”, secondo Gartner.

La conservazione del materiale proveniente dai social media non è questione da poco.
L’ambiente dei social media è dinamico e soggetto a continui mutamenti. Inoltre, può risultare complesso: un singolo post può incorporare più piattaforme diverse, ad esempio un post di Facebook che viene contemporaneamente inviato tramite Twitter e collegato a un video di YouTube.
A differenza dei sistemi e-mail e di documenti interni, i siti di social media, sono ospitati nel cloud.
Per giunta, i dipendenti possono utilizzare dispositivi o profili personali per effettuare attività correlate al loro lavoro. Ad esempio, un addetto alle risorse umane può collegarsi con i candidati tramite il proprio account LinkedIn.

Per prepararsi a queste sfide, le organizzazioni dovrebbero seguire una serie di best practice (è un inglesismo difficilmente traducibile che potrebbe significare Continua »

Usare la virgola può salvare la vita

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

leopardiLeopardi scriveva: “Io per me, sapendo che la chiarezza è il primo debito dello scrittore, non ho mai lodata l’avarizia de’ segni, e vedo che spesse volte una sola virgola ben messa, dà luce a tutto il periodo

Il futurista Filippo Tommaso Marinetti invece vagheggiava dicendo: “un mondo senza vittoria di Samotracia, senza chiaro di luna veneziano, e senza punteggiatura“.

Tra i due è certamente meglio attenersi al Leopardi, cosa che invece non fece quel negoziante che espose il seguente cartello: “Qui si vendono impermeabili per bambini di gomma”  bastava chiaramente usare una virgola per escludere che fossero i bambini ad essere gommosi invertendo totalmente il significato della frase: “Qui si vendono impermeabili per bambini, di gomma”.

Similmente bastava una virgola per non mangiare la nonna di Attilio quando scriveva la frase “Vado a mangiare nonna”  ben diverso da “Vado a mangiare, nonna

Vi sono anche cartelli demenzialmente simili, e frequentemente riportati sulle nostre pagine, di cui uno famoso era “Facciamo guanti con la pelle dei clienti” (in realtà non dice dove fosse la camera per la scuoiatura) come anche “Qui letti per sposi in ottone” dove una virgola prima di Continua »

Gli strumenti emotivi del trading on line

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

optionwebGià da tempo abbiamo trattato l’argomento del trading on line su un vecchio articolo e molti hanno lamentata la difficoltà di non riuscire a tenere un sano controllo emotivo durante le operazioni di trading.

Vogliamo soffermarci allora su questo argomento che riveste un’importanza sempre più  rilevante nel fare una fruttuosa attività di trading on line con opzioni binarie.

Per strumenti emotivi intendiamo tutti quegli strumenti che non appartengono all’analisi tecnica vera e propria ma che si riferiscono alle caratteristiche emotive proprie necessarie per poter effettuare con razionalità e sicurezza un trading on line.

Da studi effettuati da tempo è risultato che il trading online è costituito dal 20% di tecnica e dall’80% di emotività.
Questo non significa che per fare del trading sia necessaria solo fortuna, ma che per riuscire a padroneggiare le tecniche ed evitare le perdite è necessario essere freddi e molto sicuri di sé.

Bisogna saper superare con leggerezza le difficoltà e la demotivazione che Continua »

La difficile storia dell’Alfa Romeo

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

AlfaRomeo_LogoLa storia di questo marchio di fatto nasce con la Società Italiana Automobili Darracq che fu fondata a Roma nel 1906 per la produzione di auto economiche. In questo periodo storico fatto di fasi alterne di forte crescita e periodi di assestamento, la nuova azienda, si trovò subito in gravi di difficoltà.
Gli stabilimenti del Portello, già eretti a Milano, passarono dapprima in mano ad un gruppo di industriali (perlopiù appassionati automobilisti) col nome Alfa Anonima Lombarda Fabbrica Automobili, per passare poi nel 1915 dopo la messa in liquidazione, in mano all’Ing. Nicola Romeo e di conseguenza alla sua azienda
“Ing. Nicola Romeo e Co.” che fabbricava macchinari e materiali per l’industria mineraria.

In pieno periodo di guerra, l’intera industria si dedicò alla produzione bellica e soprattutto ad autocarri e motori su espressa richiesta dello Stato.

Finita la guerra nel 1918 il nome della società fu cambiato in “Società Anonima Ing. Nicola Romeo e Co.” inglobando altre aziende in forte crisi. Vennero così assorbite le Officine Meccaniche di Saronno, le Officine Meccaniche Tabanelli di Roma e le Officine Ferroviarie Meridionali di Napoli.
La nuova società aveva per oggetto “l‘impianto e l’esercizio di industrie meccaniche, siderurgiche, agricole, minerarie, chimiche ed estrattive in genere, più specialmente… per l’esercito, l’aviazione, la marina e l’agricoltura… motori a scoppio per qualsiasi applicazione; aerei, automobili, locomotive e altri rotabili in genere“.

Come già espresso nell’Atto Costitutivo, la produzione dell’azienda non era limitata alle sole automobili, ma copriva una Continua »

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes