Un codec RAW per la fotografia digitale








Agli appassionati di fotografia digitale e professionisti fotografi voglio proporre oggi un sistema di decodifica per il formato RAW.

E’ questo uno standard molto usato in sistemi fotografici digitali professionali o semiprofessionali e consente di memorizzazione i dati descrittori di un’immagine senza correzioni varie né perdite di qualità nella registrazione rispetto ai segnali catturati dal sensore CCD.
In pratica tutto il flusso di dati catturato dal sensore, senza alcuna correzione cromatica, interpolazione e varie altre diavolerie viene accumulato e registrato, lasciando alla elaborazione successiva, tutti i processi necessari all’ottenimento di una buona immagine (RAW è infatti un termine che proviene dall’inglese e, oltre ad altri significati, si riferisce al concetto di non elaborato o non raffinato, in sostanza grezzo).
Fino ad oggi per poter visualizzare questo standard sul nostro PC, bisognava installare un sofware adatto (fornito dalla casa madre dell’apparecchio fotografico o da particolari prodotti a pagamento), oggi invece esiste FastPictureViewer WIC Codec Pack che è uno speciale codec che può essere installato su un qualsiasi sistema Windows XP (necessario SP3) o Vista.
Il software è gratuito e si interfaccia con i dati di una decina di produttori mondiali, una volta installato quindi non sarà più necessaria la conversione preventiva dei file per la loro visualizzazione e si potranno avere le anteprime a video già visualizzabili col solo esplora risorse di Windows.

Queste le estenzioni dei files supportate
*.tga, *.tpic Truevision Targa (TGA)
*.dng Adobe Digital Negative
*.cr2, *.crw Canon Raw Images
*.raf Fuji Raw Images
*.3pr, *.fff Hasselblad Raw Images
*.kdc, *.dcr Kodak Raw Images
*.raw, *.rwl Leica Raw Images
*.mrw Minolta Raw Images
*.nef, *.nrw Nikon Raw Images
*.orf Olympus Raw Images
*.rw2 Panasonic Raw Images
*.pef Pentax Raw Images
*.sr2, *.arw Sony Raw Images

Nota bene: preciso che non ho fatto particolari esperimenti sul prodotto e che non ho approfondito la questione qualitativa. Dubito solo che un codec generico sia in grado di rendere il miglior risultato cromatico da un file RAW proveniente da uno specifico CCD. Ogni sensore CCD infatti lavora a suo modo e ha le sue peculiari caratteristiche, questo però non preclude il vantaggio di poter vedere una anteprima (anche solo abbozzata) di un file che potrà poi essere elaborato con più cura successivamente, con il codec nativo. Il codec da scaricare lo trovate in questa pagina. Saluti

Ulteriori informazioni sui file RAW li trovate qui.

Qui trovate altri articoli attinenti e correlati provenienti da questo stesso blog

I sensori CCD nella fotografia digitale
Nuove tecniche fotografiche
Tutte le foto dal mondo
La gestione digitale del colore
L’involuzione del digitale

 




 

Scan the QR Code
Se ti è piaciuto questo post condividi in mobilità e diffondi tra i tuoi amici.
Come fare: con l’interprete di QR Code inserito nel tuo smartphone, potrai condividere il link di questa pagina (contenuto in questo strano quadrato) via e-mail – SMS – Skype – WhatsApp – Facebook (o altri social) a tutti i tuoi amici. Ti ringraziamo per il tuo aiuto.






Questo spazio è disponibile per promozioni o pubblicità in vari formati e dimensioni, se sei interessato contattaci o leggi qui


------- Se ti è piaciuto il post diffondi e metti Mi Piace
0
Puoi lasciare un commento o un trackback dal tuo sito.

Lascia una risposta

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes

Se trovi interessanti gli argomenti... condividi.

  • http://www.stampolampo.it/feed/
  • Follow by Email
  • https://www.facebook.com/stampolampoblog/
  • https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
    http://www.stampolampo.it/un-codec-raw-per-la-fotografia-digitale">
  • https://twitter.com/slblog
  • SHARE
http://www.stampolampo.it/feed/
Follow by Email
https://www.facebook.com/stampolampoblog/
https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
http://www.stampolampo.it/un-codec-raw-per-la-fotografia-digitale">
https://twitter.com/slblog
SHARE