RAID e … dintorni

1 Marzo 2009 0 di tonino

<

I progressi dei componenti di un personal computer non vanno di pari passo.
Nel corso degli ultimi anni, in special modo, il disco rigido, nonostante gli sforzi ed gli indubbi miglioramenti, è diventato il collo di bottiglia del terzetto processore – chipset – memoria sempre più veloci.

La fortuna vuole che, data la grande espansione delle memorie flash per le fotocamere, penne USB ed MP3, i relativi costi di questa tecnologia sono scesi ed quindi stanno arrivando sul mercato gli SSD (Solid State Disk) che, a parte il prezzo (per ora ancora salato), promettono velocità ed alta affidabilità.

Musica questa per le orecchie di chi ha perso i propri dati in seguito alla rottura del propio Hard Disk. Si può fare, però, qualcosa subito, ovvero usare il RAID!!! In pratica la tecnologia RAID si ottiene con un controller RAID che collega più dischi in modo che essi lavorino in modo simultaneo.

Ai fini delle prestazioni il RAID 0 (il più semplice) utilizza due dischi gestendo i dati in parallelo quindi quasi dimezza i tempi di lettura e scrittura.

Posso testimoniare in prima persona che i miglioramenti sono sensibili in quanto è da qualche mese che l’ho implementato nel mio computer personale.

Come in tutte le cose però, vi è il rovescio della medaglia, il guasto di un solo disco comporta la perdita di tutti i dati quindi occhio agli salvataggi. Per maggiori dettagli vedi anche Wikipedia. ciao Tonino

 


------- Se ti è piaciuto il post diffondi e metti Mi Piace
error0