Montelago Celtic Night al via

Il salame di Felino? Una salsiccia con carne di gatto

Gli italiani sono dei buongustai, ma nella gran parte dei casi non conoscono il nome dei prodotti tipici della loro terra

Buongustai, ma un po’ somari in materia gastronomica. Gli italiani sono buone forchette, però non si interessano di conoscere il nome dei prodotti tipici della loro terra. Lo rivela un’intervista del giornale Le vie del Gusto, che ha posto a un campione di 1300 uomini e donne tra i 18 e i 55 domande sui cibi della tradizione nostrana. Il formaggio di Fossa? “E’ fatto con il latte di mucche fassone”, hanno risposto i più e solo in pochi sanno che si chiama così per la particolare stagionatura in tipiche “fosse” di forma ovale scavate nella roccia. E non va meglio al culatello, che il 59 % degli italiani non sa proprio cosa sia. Per il 21% degli “intenditori” è il fondoschiena dei bambini, per il 17% è un vezzeggiativo per lodare un bel lato B e per il 12% più vicino all’etimologia della parola, è un salume fatto con il sedere del maiale. Praticamente sono in pochissimi a sapere che il culatello di Zibello è un salume, ricavato dalla coscia del suino adulto, della provincia di Parma e famoso in tutto il mondo. Un altro orgoglio di questa città è il salame di Felino, prodotto in una Continua »

250 Giochi in una pagina web

In questo periodo la frequentazione dei blog e dei siti d’informazione scende notevolmente, siamo ormai in piena estate e gli interessi comuni volgono, più verso lo svago ed il divertimento.

Anche noi, che siamo aperti per ferie pure in agosto, vogliamo seguire la tendenza e rimandare contenuti più seriosi a mesi più freschi.
Vi proponiamo allora una collezione di giochi per PC molto carini che non necessita di alcuna installazione nè di competenze particolari per l’uso. Sono ben 250 giochi, sviluppati in Flash e contenuti tutti in una unica pagina web di facilissima gestione e consultazione.

Per giocare basta un clck su una delle miniature (rappresentanti un diverso gioco), verrete quindi indirizzati al gioco scelto; se non ci piace potrete sempre tornare indietro e sceglierne di altri … fino allo sfinimento.

Tra i tanti, è possibile scegliere Metal Slug, King Of Fighter, Super Mario Flash e moltissimi altri.

Non vi tengo ancora sulle spine: il sito si chiama Friv e lo trovate qui. Buon divertimento e saluti.

Le scritte sui muri

Continuando con il cazzeggio estivo, vi propongo qualche immagine e “postulato interessante” scritto nei muri esterni, sui cessi o nelle panchine pubbliche da mani anonime.

Tra le tantissime che se ne vedono ovunque, qualcuno, con molto tempo a disposizione, ne ha fatta una interessante raccolta. Vi propongo di seguito alcune foto delle più carine quindi altre citazioni (solo trascritte) con tanto di risposta (in rosso) ad opera di altri bontemponi.

Continua »

Viva le donne!

In tempi di vacanze e leggerezze, vi propongo una raccolta di aforismi, battute e barzelette scovati dal web. La protagonista principale è la donna vista in tutte le sue variegate e innumerevoli sfumature, eternamente confrontata e contrapposta all’altro sesso.

ººººººº

La donna leggera, quando si innamora, diventa pesante. (Roberto Gervaso)

Una bella donna può chiedermi qualunque cosa. Purchè dopo si sdebiti. (Roberto Gervaso)

Per conoscere un prodotto basta uno spot di un minuto. Per conoscere una donna non basta una vita. (Roberto Gervaso)

A me mi rovinano le donne. Troppo poche (Roberto Benigni).

Ieri ho conosciuto una bionda stupenda che mi ha detto “Vieni a casa mia, non ci sta nessuno!”. Ci sono andato, ma non ci stava nessuno! (Mario Zucca).

Frequentavo quella ragazza da due anni ed ecco che cominciarono le pretese: “Voglio sapere come ti chiami”. (Mike Binder)

Non tutte le donne sanno di essere sedute sulla loro fortuna. (Produttore di Hollywood).

A me piacciono molto le donne nude… perchè hanno l’esterno tutto in pelle! Chissà se dentro sono metallizzate? (Giorgio Faletti).

Una volta, mentre facevamo all’amore, si è verificata una stranissima illusione ottica: sembrava quasi che lei si fosse mossa. (Woody Allen)

Niente ti sta meglio di niente. (Maurice Donnay).

Ieri sera ad una festa una ragazza bellissima mi ha offerto da bere, e poi mi ha invitato Continua »

Comunicare con il cotone

Una T-shirt decorata con disegni, scritte o citazioni è una moda che, credo, non finirà mai. Cambieranno i contenuti e le grafiche, ma il piacere di “indossare un concetto da comunicare agli altri” è come il piacere di indossare un bel vestito.
Molti, questa tendenza l’hanno capita e cavalcata da tempo.

Un esempio è Marco Mottolese che, dopo il successo internazionale avuto negli anni ’90 con Parole di Cotone
ora ripropone un nuovo progetto: Magliette fresche.

Parole di Cotone aveva l’intenzione di diffondere la letteratura e la poesia in un modo inedito ed innovativo ed ebbe molto successo: quasi 7 milioni e mezzo di magliette dal 1990 al 2000 invasero (in varie lingue) le librerie d’Europa, del Giappone e degli Stati Uniti.
Leopardi, Dante, Baudelaire, Rimbaud, Kafka vennero allora liberati dai vincoli della pagina stampata e delle biblioteche ed invasero le piazze del pianeta. Le citazioni colte, riportate sulle magliette, divennero uno strumento per presentare la propria personalità, un modo per ritrovarsi con i pensieri e le parole della grande tradizione culturale planetaria.

Oggi, Mottolese, con il nuovo progetto Magliette fresche, dice: i veri poeti sono Continua »

Corrotto? Condannato a morte

Un caso che arriva dalla Cina. Pena sospesa, probabilmente diventerà ergastolo Chen Tonghai, ex presidente della China Petroleum and Chemical Corporation (Sinopec), è stato giudicato colpevole di avere riscosso tangenti per 195,7 milioni di yuan (28,6 milioni di dollari) e perciò condannato alla pena capitale dal tribunale del Popolo di Pechino. Ma l’esecuzione è stata sospesa per due anni in attesa di nuovo giudizio. Gli è andata peggio di Madoff o Tanzi ma molto meglio rispetto a Zheng Xiaoyu, l’ex direttore dell’Amministrazione statale per l’alimentazione ed i farmaci condannato a morte – sentenza poi eseguita – nel 2007. La Sinopec è la più grande società cinese per ricavi, nona al mondo secondo la classifica Fortune del 2008. E’ la più importante compagnia petrolifera cinese, quotata alle borse di Shanghai, Hong Kong e Londra. Chen ne è stato a capo dal 1999 al 2007, quando fu arrestato mentre cercava di espatriare. La cifra complessiva che ha intascato è la più alta mai riscossa da un funzionario corrotto in Cina. Dopo l’arresto, grandi quantità di denaro sono state trovate nascoste in casa sua: nell’acquario, in bagno e nelle intercapedini del soffitto. Le autorità hanno umiliato Chen e altri dirigenti a lui collegati, rendendo pubblici i dettagli su come abbiano condiviso la medesima amante. Lo scandalo ha coinvolto l’allora ministro delle Finanze e il segretario del Partito della città di Qingdao. La donna si divideva tra 12 funzionari in cambio di Continua »

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes
http://www.stampolampo.it/feed/
Follow by Email
https://www.facebook.com/stampolampoblog/
https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
http://www.stampolampo.it/page/42">
https://twitter.com/slblog
YOUTUBE
PINTEREST
LINKEDIN
INSTAGRAM