Adolescenti in rete: rischi e pericoli

Ormai accade sempre più spesso, i servizi internet più utilizzati e graditi dalle giovani utenze sono il bersaglio più privilegiato dai criminali informatici con servizi ed attività truffaldine e false richieste di amicizia con lo scopo di estorcere dati sensibili o false promesse di servizi.

McAfee, la più grande e famosa azienda focalizzata sulle tecnologie di sicurezza, ha commissionato, e recentemente diffuso, una ricerca dal titolo “La vita segreta degli adolescenti” effettuata nel periodo che va dal 4 al 17 maggio 2010. Lo studio ha coinvolto un campione di 955 giovani americani (dai 13 ai 17 anni) e rivela il comportamento dei teenager americani e le azioni di competenza dei propri genitori.

I risultati della ricerca sono stati organizzati in base ad età, sesso, razza e vari altri fattori, essa evidenzia i reali pericoli e le preoccupanti vulnerabilità con cui si scontrano gli adolescenti quando sono collegati ad internet.

Mentre i principali pericoli percepiti dai genitori sono quelli di insegnare i rischi derivanti dall’alcool o saper gestire casi di bullismo a scuola, non vedono sostanziali fonti di pericolo sui collegamenti on line dei loro figli.

Diversamente, la ricerca dimostra quanto ben più pericolosi siano i gesti dei teenagers effettuati senza Continua »

L'invasione delle meduse, come difendersi

Ormai sono anni che, ogni estate, si ripresenta il problema dell’invasione di meduse nelle acque del Mediterraneo.
Spagna e Francia sono le zone solitamente più colpite, ma le correnti marine portano inevitabilmente le meduse anche a lambire le nostre spiagge.
Secondo i biologi marini, i motivi che contribuiscono al loro proliferare sono essenzialmente tre:
il surriscaldamento delle acque
l’inquinamento
la progressiva scomparsa dei predatori naturali (tonni ed i pesci spada)

Studi approfonditi hanno stimato un incremento del 15% delle meduse marine nelle nostre coste, con crescita esponenziale della Pelagia Nocticula (colore marroncino e con tentacoli molto lunghi), della Rihzostoma Pulmo (colore violetto opalescente) e della Velella (la più piccolina tra le tre specie, ma ugualmente urticante).
I soggetti più a rischio sono principalmente i bambini che, a contatto con meduse di grandi dimensioni, possono riportare vere e proprie ustioni.

Come evitarle

Non vi sono metodi sicuri, ma guardare il mare prima di tuffarsi è il rimedio più immediato. Se ci sono, di solito si vedono e l’unico modo per evitarle è chiaramente di non fare il bagno. Le meduse non ci attaccano e non ci vengono mai addosso: siamo noi che andiamo loro incontro. Ferdinando Boero, biologo marino dell’Università del Salento spiega: “Le meduse si spostano verticalmente, quindi possono stare in superficie e possono scendere sul fondo. Sono animali che si Continua »

La Vuvuzela, la terribile trombetta dei mondiali 2010

La vuvuzela, anche chiamata in lingua tswana lepatata, è una trombetta ad aria, fatta di solito di plastica, lunga mediamente un metro. E’ stata brevettata da Neil Van Schalkwyk. Essa è comunemente usata in Sudafrica dai tifosi che assistono alle partite di calcio ed è diventata un simbolo del calcio sudafricano.

L’origine del suo nome è discussa: potrebbe essere un termine onomatopeico in lingua zulu che significa fare vuvu, in riferimento al suono emesso, oppure derivare da un termine gergale che significa doccia, in riferimento alla sua forma.

Le vuvuzela sono derivate dalla forma dei corni delle antilopi ed erano utilizzate, un tempo, per riunire gli abitanti dei villaggi; oggi sono fatte di plastica e sono uno degli immancabili gadget dei tifosi sudafricani che si apprestano a far tifo negli stadi. Dallo scorso ottobre, l’azienda di Van Schalkwyk ha venduto circa un milione e mezzo di vuvuzela solo in Europa e, nel solo mese dei Mondiali 2010, l’azienda ha stimato un giro di affari Continua »

Un nuovo sistema di gestione sostituirà il BIOS nei PC

Dopo più di 20 anni di servizio ed onorata carriera, il sistema di gestione delle risorse iniziali dei PC (chiamato BIOS), andrà in pensione.

Il BIOS (Basic Input-Output System) è un insieme di routine software, generalmente scritte su ROM, FLASH o altro tipo di memoria non volatile, che fornisce una serie di funzioni di base per l’accesso all’hardware e alle periferiche integrate nella scheda madre da parte del sistema operativo e dei programmi.
Nei primi PC, il BIOS supportava tutte le periferiche e il DOS faceva totale affidamento su di esso per tutte le operazioni a basso livello.
Con l’evoluzione, le capacità offerte dalle routine di gestione del BIOS divennero velocemente insufficienti tanto che i moderni sistemi operativi non usano più il BIOS per le loro operazioni di Input/Output, ma accedono direttamente all’hardware.

Il BIOS è scritto di solito nel linguaggio assembly nativo della famiglia di CPU gestita dalla stessa scheda madre. Col tempo, visto che i costruttori mettevano a disposizione sempre nuove versioni di BIOS (per correggere difetti o aggiungere supporto a periferiche non previste inizialmente) è diventata basilare la riprogrammazione del BIOS. Per facilitare quindi i compiti agli addetti, questo codice viene scritto su memorie EEPROM (riscrivibili) e quindi l’aggiornamento o la modifica è, da tempo, molto più agevole.

Le cose però stanno cambiando: AMD, AMI, Apple, Dell, HP, IBM, Insyde, Intel, Lenovo, Microsoft, Phoenix e molte altre aziende del settore si sono consorziate con la UEFI (Unified Extensible Firmware Interface) e si è deciso di Continua »

Diventare autori di questo blog

Sono passati parecchi anni da quando ci è venuta l’intuizione di creare un blog libero e multiautore e, nel gennaio 2008, Stampolampo Blog è entrato in rete.
Non eravamo esperti (non lo siamo nemmeno ora) quindi, non conoscendo il mondo dei web log, abbiamo proceduto ad intuito, navigazione a vista e buon senso. Abbiamo sempre proposto articoli che cercano più di farsi capire che di insegnare, argomenti ghiotti ma non specialistici, linguaggio semplice ma comprensibile.

Finora ne è uscito un blog pieno di spunti, ricco di idee, soluzioni e consigli che non ha nulla di coerente e nulla di logico con gli articoli che precedono.
Era però il nostro intento, volevamo creare differenze tematiche sorprendendemente variegate in un solo unico blog. Volevamo aggregare più autori, anche sconosciuti, con un un filo temporale invisibile e puramente casuale nello stesso contenitore. Un po’  forse, ci siamo riusciti.

Certo un blog che parla di tutto che è? Molti puristi storceranno il naso (forse anche il pubblico), ma che palle parlare sempre di marketing o di tecnologia, di cultura o di medicina, di ricette e bevande, non credete?
La lettura secondo noi è come la nostra alimentazione: deve essere sana, ma variegata sennò ci stanca, ed il miglior modo per variare la dieta è quello di avere più cuochi (autori).

Non so, forse insistiamo sugli stessi errori, forse in questo modo il blog non Continua »

Recuva un software per il recupero dei files cancellati

Recuva è una utility per sistemi operativi a base Windows che permette il recupero di file cancellati accidentalmente dal proprio PC o da altri media e periferiche esterne.

E’ un programma realizzato dalla inglese Piriform Ltd. la stessa software house che ha creato CCleaner e che sicuramente conoscerete.

Il software è molto semplice da installare e da utillizzare e, una volta installato, riesce a recuperare file cancellati dal sistema, da hard disk removibili, chiavette USB, schede di memoria per fotocamere, lettori MP3, ecc.

Appena lanciato ci viene richiesto che tipo di file desideriamo recuperare tra immagini, musica, documenti, files video, files compressi o email, l’opzione altri ci permette di scovare qualunque file cancellato di qualsiasi estensione.
Al passaggio successivo ci viene chiesta la posizione del file dove cercare i file cancellati se su card, ipod, sulla cartella documenti, sul cestino o su una precisa posizione (anche esterna (come una memory card o un lettore mp3).
L’opzione approfondita (nel passaggio successivo) permette infine un recupero anche parziale dei file cancellati.

Dal bottone opzioni potrete Continua »

Montelago Celtic Night 2010

Il programma aggiornato del Montelago Celtic Festival 2011 lo trovate a questo link.

Come promesso da tempo, eccovi in esclusiva il programma completo di Montelago Celtic Festival 2010.

MANIFESTAZIONE ECOCOMPATIBILE

Programma 2010

VENERDI 6 AGOSTO

Ore 19:30 – inaugurazione mostra “Le radici profonde non gelano”

CONCERTI
Ore 21:00 La Corte di Lunas
Ore 22:15 Abnoba
Ore 24:00 Mortimer Mc Grave

SABATO 7 AGOSTO

Ore 10:30 La letteratura fantasy a Montelago
Ore 12:00 La battaglia di Montelago
Ore 15:00 Baby Park
Ore 15:00 Giochi Celtici V° edizione
Ore 16:00 Stages
Ore 17:00 Convegni e approfondimenti culturali
Ore 20:45 Accensione Fuochi Sacri Continua »

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes

Se trovi interessanti gli argomenti... condividi.

  • http://www.stampolampo.it/feed/
  • Follow by Email
  • https://www.facebook.com/stampolampoblog/
  • https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
    http://www.stampolampo.it/page/28">
  • https://twitter.com/slblog
  • SHARE
http://www.stampolampo.it/feed/
Follow by Email
https://www.facebook.com/stampolampoblog/
https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
http://www.stampolampo.it/page/28">
https://twitter.com/slblog
SHARE