Un display quasi perfetto

Il nostro interesse per le nuove tecnologie di display è risaputo e già conosciuto da anni e possiamo confermarlo col fatto che il primo nostro articolo parla proprio di display e nuove tecnologie.

Dopo anni di ricerche, forse ormai si è arrivati verso il traguardo atteso: forse da oggi la visualizzazione di un dispositivo portatile non sarà più il punto debole di tutta la catena digitale.

Finora la tecnologia ci aveva abituati ad avere stampe splendide con colori e risoluzioni quasi incredibili fin oltre ai limiti di percezione dell’occhio, ma il display era sempre stato il punto debole. La scarsa luminosità  e la scarsa risoluzione (quasi mai superiore ai 100 DPI) non permetteva di apprezzare appieno le nostre immagini nella loro completezza né i nostri elaborati prima di darli alla stampa.

Il salto lo fa Samsung, leader mondiale indiscusso sui display, con un pannello OLED da 10″ (specifico per i tablet) chiamato, a ragione, Retina Display.  Ebbene questo display in tecnologia OLED e presentato al SID 2011 (Display International Symposium) di Los Angeles di quest’anno,  è il primo display al mondo che Continua »

1º Festival dell'Appennino

Vorrei segnalare ai lettori una pregevole manifestazione, curata dalla Provincia di Ascoli Piceno e dagli assessorati alla Cultura e l’Ambiente; è la prima edizione di un festival abbastanza insolito che sposa attività ambientali e cultura. Un connubio che permette al pubblico di scoprire e vivere angoli remoti ed affascinanti della zona montana della provincia ascolana.
Un festival esplorativo di luoghi insoliti, poco frequentati e lontani dalle principali arterie, spesso anche difficili da raggiungere.

E’ il primo Festival dell’Appennino e si svolgerà nei mesi di giugno e luglio 2011 con un programma molto ricco e variegato.
La data di inizio sarà il 2 giugno con l’inaugurazione presso il Forte Malatesta (ad Ascoli Piceno) e seguiranno escursioni e concerti per tutti i week end con qualche data infrasettimanale.

Oltre al portale (molto bello e ben fatto) che vi potrà servire ad acquisire molte più informazioni su Escursioni, Mostre, Incontri, Concerti, Spettacoli, Artisti, Siti Storici e Siti Naturalistici, vi riporto il programma delle principali attività con alcune note di presentazione tratte dall’opuscolo del festival. Continua »

Nuovo cambio frequenze RAI

La Rai, principale fonte di informazione italiana, come già sappiamo, non si prodiga mai troppo ad informare i suoi spettatori sui cambi di frequenza dei propri impianti lasciando gli ascoltatori spesso a bocca asciutta.
Era di qualche tempo fa’ un nostro articolo informativo sul cambio di frequenza del canale RAI News che risultò introvabile per molti giorni ed ora tocca all’intero bouquet Rai (RAI 1, RAI 2, RAI 3, ecc).

Una situazione incresciosa che capita sempre alla minoranza (sfigata) che riceve i canali RAI canonici esclusivamente da satellite. Sfigata in quanto si becca gli oneri e le limitazioni dei canali satellitali senza averne mai dei vantaggi effettivi. Coloro che devono ricevere i segnali RAI solo da satellite (per mancanza di segnale terrestre), trovano spesso il canale codificato (quando i diritti extranazionali lo richiedono), hanno cattiva o nulla ricezione in casi di forte maltempo e non possono vedere la TV su tutte le stanze se non sono attrezzati di opportuno e costoso impianto centralizzato satellitare e relativo ricevitore per ogni punto TV.

Ad onor del vero l’informazione di cambio frequenza sarebbe stata data dall’azienda, una sola volta, ma in un sottotitolo su un programma pomeridiano (altrettanto sfigato quanto la conduttrice)…

Continua »

Il muro imbarazzante

Si chiama Jamie McCartney, è inglese, professione scultore, in questi mesi è passato agli onori della cronaca per una opera sicuramente originale quanto bizzarra. L’opera consta di 10 pannelli di ben 40 calchi ciascuno (10×4).

Realizzato il primo pannello, l’autore rimase profondamente deluso perché la scultura era troppo piccola per dare quell’impatto che si aspettava di vedere, decide quindi di realizzarne altri nove in modo da creare una vera e propria muraglia.

L’opera, iniziata nell’estate 2008, ha richiesto oltre 400 calchi ed oltre 5 anni di lavoro. Più di 400 donne volontarie si son prestate per questa opera che, a detta dell’autore, aiuterebbe le donne a risolvere un loro tabù: l’ansia della loro apparenza genitale.

I 400 calchi, disposti consecutivamente, non danno alcun senso di pornografico e si è in grado di guardare l’intera opera senza vergogna, semmai con meraviglia e stupore per tanta eccezionale varietà e differenziazione. Tra le modelle sono state anche incluse gemelle monozigote, madri, figlie e transessuali di una età compresa tra 18 anni ed i 76 anni. Per completezza l’autore ha cercato invano anche delle vittime da mutilazione genitale da poter includere, ma purtroppo senza successo.

L’opera è stata chiamataThe Great Wall of Vagina Continua »

Poron XRD contro gli impatti

E’ un materiale plastico innovativo che garantisce ammortizzazione e flessibilità senza paragoni rispetto ad altri materiali plastici o resine già esistenti sul mercato.

Il Poron è un poliuretano già molto usato per produrre materassi ed imbottiture ed è probabilmente uno dei materiali più efficaci anche per imballi e protezioni, ottimale anche per imballi e lastre protettive.

Il Poron, inventato dalla Rogers Corporation si divide in molti diversi materiali, catalogati ed utilizzati a seconda dello scopo per cui sono più adatti, ma il più famoso (e credo interessante) è il Poron XRD, un materiale molto resistente agli impatti ed usato per produrre protezioni per qualsiasi parte del corpo (ginocchia, gomiti, petto) e per imballaggi ad alta sicurezza.

Non è altro che un poliuretano microcellulare con la peculiarità che riesce a scaricare il peso perifericamente evitando che l’impatto vada a colpire la zona sottostante da proteggere.

Grazie alla sua deformabilità controllata, consente di assorbire degli urti che sarebbero altrimenti distruttivi e nel contempo evita il rimbalzo del Continua »

Cartellonistica artigianale

Riprendiamo un argomento abbandonato da tempo per riportare in auge l’essenza della italianità più vera.
Il massimo dell’espressione linguistica tanto acuta quanto semplice e (spesso) volgare che però trasmette concetti precisi e taglienti con frasi brevissime ed essenziali.
Sono cartelli originali esposti al pubblico per comunicare, vietare od informare la gente che passa.
La povertà di termini non stona con la chiarezza del pensiero che viene espresso, l’apprezzamento va alla genialità di chi ha scritto, con poche righe, frasi di altissimo effetto.
Vista la corposa raccolta, ho riunito in temi omogenei i cartelli più significativi e comici che son riuscito a trovare in rete.
Buon divertimento. Continua »

Il crash di Aruba tra preoccupati e menefreghisti

Oggi ci vogliamo scusare per il black-out generale del nostro servizio avutosi per circa 6 ore.
Il problema è dovuto ad un incendio alle sale degli UPS presso Aruba, il nostro maintainer toscano.
Ringraziando per il loro veloce ripristino (un incendio è pur sempre cosa grave e di difficile soluzione), vorrei segnalare il lato goliardico della situazione.
Aruba è un grande fornitore di servizi, forse tra i più grandi d’Italia e l’incidente ha provocato il black out di circa un milione e mezzo di siti e portali.

Con l’occasione del disastro anche Aruba si è inscritta a twitter ed ha acquisito oltre 3000 follower in sole 3 ore, in paragone il matrimonio del secolo tra i reali inglesi è praticamente scomparso tra le nebbie del web.

Come dicevo Aruba, è una struttura con 1,5 milioni di domini mantenuti, 3.000 mq di datacenter e 10.000 server gestiti quindi, perdendo totalmente il servizio, molti si son risentiti dicendo che è un servizio del catso, altri minacciano di cambiar mantainer quanto prima, altri pretendono il risarcimento dei danni, ma moltissimi se la son presa in allegria ed hanno cominciato a sparar cazzate a raffica, vorrei riportarvi qui di seguito alcuni messaggini salienti. Continua »

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes

Se trovi interessanti gli argomenti... condividi.

  • http://www.stampolampo.it/feed/
  • Follow by Email
  • https://www.facebook.com/stampolampoblog/
  • https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
    http://www.stampolampo.it/page/19">
  • https://twitter.com/slblog
  • SHARE
http://www.stampolampo.it/feed/
Follow by Email
https://www.facebook.com/stampolampoblog/
https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
http://www.stampolampo.it/page/19">
https://twitter.com/slblog
SHARE