Il violinista nella metropolitana

Vi riporto una storia curiosa accaduta alcuni anni fa alla metropolitana di Washington organizzata e dettagliatamente documentata dal quotidiano omonimo.

Il fatto

Un uomo si mise a sedere in una stazione della metro a Washington DC ed iniziò a suonare il violino; era un freddo mattino di gennaio.
Suonò sei pezzi di Bach per circa 45 minuti. Durante questo tempo, poiché era l’ora di punta, era stato calcolato che migliaia di persone sarebbero passate per la stazione, molte delle quali sulla strada per andare al lavoro.
Passarono 3 minuti ed un uomo di mezza età notò che c’era un musicista che suonava. Rallentò il passo e si fermò per alcuni secondi e poi si affrettò per non essere in ritardo sulla tabella di marcia. Alcuni minuti dopo, il violinista ricevette il primo dollaro di mancia: una donna tirò il denaro nella cassettina e senza neanche fermarsi continuò a camminare.
Pochi minuti dopo, qualcuno si appoggiò al muro per ascoltarlo, ma l’uomo guardò l’orologio e ricominciò a camminare. Quello che prestò maggior attenzione fu un bambino di 3 anni. Sua madre lo tirava, ma il ragazzino si fermò a guardare il violinista.
Finalmente la madre lo tirò con decisione ed il bambino continuò a camminare girando la testa tutto il tempo. Questo comportamento fu ripetuto da diversi altri bambini. Tutti i genitori, senza eccezione, li forzarono a muoversi.
Nei 45 minuti in cui il musicista suonò, solo Continua »

I file PDF per la stampa professionale

Il Portable Document Format (abbreviato PDF), è un formato di file basato su un linguaggio di descrizione di pagina sviluppato da Adobe Systems nel 1993 per rappresentare documenti in modo indipendente dall’hardware e dal software utilizzati e, nel 2007, è diventato uno standard internazionale certificato (ISO 32000-1)

Il PDF eredita molte delle funzionalità del PostScript che è invece un linguaggio di descrizione della pagina (anch’esso sviluppato da Adobe).
Postscript (come descritto in un nostro precedente articolo) permette di descrivere una pagina come il risultato di un’esecuzione di un programma, che contiene istruzioni su come e dove disegnare linee, punti, lettere dell’alfabeto e altri elementi grafici. In questo modo, ogni apparecchio che sia capace di eseguire il programma (che disponga quindi un interprete Postscript), sarà in grado di riprodurre tale immagine al meglio delle sue capacità. Questo processo, tuttavia, richiede grandi risorse da parte del terminale e non è troppo diffuso nel pubblico meno esigente e non professionale.

Al contrario PDF, non è un linguaggio bensì un formato e per questo motivo non ha bisogno di dover essere interpretato. Al suo interno quindi i controlli di flusso sono stati rimossi (tipo i comandi if e loop), mentre comandi grafici (tipo lineto) e tutte le funzionalità come i caratteri, i layout e le misure rimangono invariate.

Questo significa che il processo di creazione o trasformazione di un PDF nella sua immagine grafica è semplicemente dato dalla lettura delle descrizioni, invece che dall’esecuzione di un programma tramite l’interprete PostScript. I vantaggi, rispetto al cugino Continua »

Montelago Celtic Festival 2011

Finalmente con un po’ di ritardo, eccovi il programma della kermesse celtica più importante del centro Italia. Il Montelago Celtic Festival 2011 (ex Montelago Celtic Night), anche quest’anno si terrà a Serravalle di Chienti (MC) sull’altipiano di Colfiorito (loc. Taverne) nei giorni venerdì 5 e sabato 6 agosto 2011.

Prima però di entrare nel dettaglio, per chi non conoscesse il festival, vorrei mettere in evidenza un filmatino che sintetizza il meglio del meglio degli anni scorsi. Saluti, vi aspettiamo ad agosto per due giorni veramente straordinari.

La cura dei tumori col Metodo Di Bella

Sicuro e felice di infastidire le multinazionali farmaceutiche mondiali, voglio mostrarvi alcuni recenti articoli sul famoso Metodo Di Bella per la cura dei tumori. Un metodo che fu molto contestato e dichiarato inefficace ed invece si dimostra estremamente valido.

Ma prima una breve storia.

Luigi Di Bella, nasce a Linguaglossa (Catania) il 17 luglio 1912 e muore a Modena, 1 luglio 2003 è stato un insigne medico italiano.

E’ salito alla ribalta delle cronache a causa di una sua controversa cura contro il cancro, il cosiddetto metodo Di Bella. Negli anni fra il 1997 e il 1998 fu oggetto di una grande attenzione da parte dei mass media italiani. La sua casa, a Modena, fu praticamente assediata da un grande numero di ammalati di cancro alla ricerca di una eventuale terapia efficace contro la loro malattia.

La sperimentazione condotta nel 1999 dal Ministero della Salute sancì la sostanziale inattività (cioè l’inefficacia terapeutica) del cosiddetto “multitrattamento Di Bella”

Di Bella entra nel 1939 nell’istituto di fisiologia umana dell’Università di Modena, da dove va in pensione, quale professore associato, nel 1984. Luigi Di Bella inizia le sue ricerche sul cancro nel 1963; nel 1967 inizia la sperimentazione su alcuni pazienti. Il nome del ricercatore era balzato agli onori delle cronache già alla fine del 1973, quando tenne una conferenza sulle sue ricerche e sui primi esiti clinici (relativamente, allora, a patologie ematologiche trattate con la collaborazione dell’ematologo Edoardo Storti) su invito di Domenico Campanacci, clinico medico del tempo. La notizia venne ripresa da numerosi quotidiani nazionali ed esteri. Nell’agosto 1974 tenne una relazione sulle sue ricerche al congresso mondiale di fisiologia di Nuova Delhi.

Nel 1977 introduce nella sua multiterapia l’uso della somatostatina, in modo da curare anche i Continua »

O-ring l'anello che ha sposato la meccanica

Sebbene sia un nome più che noto e già sentito, molti non sanno effettivamente cosa sia un o-ring.
Eppure è un componente basilare ed è applicato in innumerevoli dispositivi tecnici. In campo idraulico e meccanico la fa da padrone, ma lo si più trovare praticamente ovunque a partire dall’orologio fino allo Space Shuttle.
Oltre alle specifiche funzionalità, un o-ring (che è in realtà una guarnizione di tenuta in gomma), ha la peculiarità che può essere utilizzato in una infinità di dispositivi per la sua assoluta semplicità costruttiva e di montaggio.

L’o-ring ad oggi costituisce il dispositivo di tenuta per eccellenza, il più semplice, economico e funzionale dispositivo di tenuta mai inventato dall’uomo e tutto questo lo rende sorprendente.

Fu la mente creativa di un tornitore svedese Niels Christensen che, emigrato in America nel 1891, ne registrò il brevetto nel 1937.

Se ci pensiamo un po’ a fondo a quell’epoca, le macchine che lavoravano con fluidi e gas in pressione erano già tantissime.
Tutte facevano uso di diversi dispositivi di tenuta, non troppo efficaci e tantomeno semplici. Pensate agli sbuffi di vapore che si vedevano uscire dalle locomotive e i motori a vapore; molte erano inevitabili perdite dovute a tenute che non si riuscivano a realizzare meglio di così; insomma ci si accontentava di avere qualche perdita di troppo a svantaggio del rendimento perché non si poteva fare di meglio.
L’invenzione dell’o-ring semplificò la progettazione e la realizzazione di tutte quelle macchine e la sua adozione le rese molto più affidabili e più efficienti.

Ma come sappiamo dalla storia non tutte le menti geniali vengono adeguatamente retribuite, nonostante tutti gli sforzi legali perpretati da Christensen il brevetto passò da una compagnia all’altra fino alla Westinghouse.
Poi fu durante la seconda guerra mondiale che il governo statunitense dichiarò l’o-ring un componente Continua »

La comunità del guadagno

Fidelity House è una Community di fedeltà completamente gratuita che ti permette di guadagnare Fi (punti fedeltà) attraverso tutte le azioni che svolgi regolarmente sul web, premiandoti in Euro e/o regali. Ogni attività svolta all’interno della Community genera un guadagno.

Fidelity House nasce da un’esigenza del mercato internet di valorizzare le azioni e i comportamenti dell’utente sul web come: gli acquisti, gli interessamenti a prodotti e servizi, la condivisione di contenuti, il passaparola e, più in generale, l’attività sul web.

All’interno di Fidelity House puoi trovare negozi e siti partner appartenenti a qualsiasi categoria: dall’elettronica ai prodotti di bellezza, dall’editoria all’intrattenimento, dai prodotti per la casa ai viaggi, e molto altro ancora!
Basta cliccare sui pulsanti presenti in Fidelity House per raggiungere i tuoi negozi online preferiti e portare a termine la transazione come avresti fatto normalmente.
Una volta confermato l’acquisto da parte del negozio, verrà accreditato sul tuo account personale in Fidelity House il cashback corrispondente.
In questo modo puoi guadagnare dai tuoi acquisti e dalle tue azioni.

I metodi di guadagno immediato sono molteplici:

Continua »

Le animazioni di Matthias Müller

Se siete interessati all’arte astratta in 3d vorrei segnalare un autore che credo sia unico nel suo genere.

Si chiama Matthias Müller ed è un artista tedesco specializzato in video art.

La sua arte è difficile da descrivere, usa esplosioni di particelle e di colori, effetti e movimenti accelerati di fiamme, fumo, oggetti e pulviscolo che disegnano corpi reali, che si decompongono e si riaggrumano in forme sorprendenti. Effetti fluttuanti, meravigliosi ed armonici che si muovono seguendo ritmi, colori e musiche appaganti e suggestivi.

Usa strumenti software piuttosto comuni e conosciuti quali il mitico 3D Studio Max con particolari plug-in atti ad enfatizzare e gestire i flussi delle particelle (particle flow, box 2, box 3 e krakatoa) insieme a V-ray (per il rendering ) ed After Effects (per il montaggio cinematografico).

Chi vorrà vedere i suoi video (riportati di seguito) si renderà conto che siamo di fronte, oltre che ad un artista, anche ad un professionista dell’animazione con una grazie ed una tecnica totalmente unica ed originale.

Troverete molte sue opere su YouTube, ma se vorrete rimanere aggiornati seguitelo Continua »

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes

Se trovi interessanti gli argomenti... condividi.

  • http://www.stampolampo.it/feed/
  • Follow by Email
  • https://www.facebook.com/stampolampoblog/
  • https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
    http://www.stampolampo.it/page/18">
  • https://twitter.com/slblog
  • SHARE
http://www.stampolampo.it/feed/
Follow by Email
https://www.facebook.com/stampolampoblog/
https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
http://www.stampolampo.it/page/18">
https://twitter.com/slblog
SHARE