Ode al cazzeggio








fancazzismoNel tendere verso giorni settembrini, di sicuro più freschi, ma ben più tristi, come ultimo exploit estivo vi vorrei servire un misto di informazioni e di frasi celebri dovuto a questa grande arte italiana. Non me ne vogliate se trovate qualche parolina poco “elegante”, ma comprenderete che modificarla avrebbe compromesso il significato autentico della frase.

(D’altra parte nessuno vi ha mai detto che questo blog sia formativo e men che meno, permesso ad utenti di ogni età).

Per iniziare vi propongo il significato italiano del termine cazzeggiare visto dai puristi della lingua poi confrontato con altri tentativi più caserecci.

Cazzeggiare per Hoepli signfica: Parlare a vanvera; perdere il tempo in chiacchiere sciocche e vane. Essere inconcludente

Per qualcun altro significa:  Bisogno disperato di impiegare il tempo in maniera assolutamente non produttiva. Per alcuni, la fase del cazzeggio può essere altamente depressiva. I più fortunati invece, fanno del cazzeggio la loro principale filosofia di vita.

Oppure: Stato di ozio; indica il non avere un cazzo da fare (da cui appunto cazzeggiare) o il dedicarsi ad attività frivole come rotolarsi a letto, fare zapping, inebetirsi di fronte a qualcosa, vegetare per la casa.

O anche: Espressione spesso corretta dal controllore ortografico di Word in pazzeggio/pazzeggiare. Dopo una giornata spesa a cazzeggiare, secondo Microsoft risulterebbe [//]che non avete fatto un pazzo tutto il giorno.

Ovvero: Andare in giro senza una meta ben precisa.

Infine, il più sintetico: Nulleggiare
C’è addirittura chi ha stilato un decalogo del cazzeggio.

1. Il cazzeggio è una delle cose più belle che ci sia al mondo

2. Il cazzeggio non vuole pensieri.

3. Il cazzeggio è qualcosa che non si fa da soli.

4. Il cazzeggio nasce quando un gruppo di persone s’incontra e quasi senza volerlo.

5. Il cazzeggio non è il risultato di una strategia, ma è qualcosa che capita.

6. Non è possibile cazzeggiare sempre e dovunque e comunque (anche se è auspicabile).

7. Il cazzeggio non prevede una pianificazione. Perché quando si organizza non viene bene.

8. Il cazzeggio genuino è esuberante.

9. Il cazzeggio si accompagna sovente all’alcol, ma non ne è schiavo.

10. Smettere di cazzeggiare è un po’ come morire.

Cazzeggiatori famosi

Vi propongo una intervista a Renzo Arbore su un articolo de Il Tempo titolato “Noi, gli antesignani del cazzeggio“. A distanza di 40 anni Renzo Arbore svela i retroscena del programma cult “Alto Gradimento”.

Dalla presentazione elegante ora passiamo agli effetti prodotti da questo straordinario ed ambito hobby che tutti vorrebbero praticare. Vorrei precisare che il termine cazzeggiare non necessariamente (e non in tutte le parti d’Italia) prende un significato negativo e fancazzista. A volte l’oziare, più essere anche costruttivo ed intelligente al punto che (e ne sono convinto) gli aforismi più famosi e ben riusciti provengono da menti allegre, intelligenti e riposate conseguenti di un sano, continuativo e rilassante cazzeggio.

Vediamone quindi una sequenza provenienti da questa arte partendo da “opere” di sicura provenienza italiana, cui la prima, addirittura autoreferenziale:

Se Dio avesse fatto il mondo in quattro giorni, domani sarebbe già Venerdì…

L’amore è la cosa più bella della vita… come la figa!

Quella donna aveva una cosa che tantissimi uomini desiderano possedere: un folto paio di baffi

Se tutti gli uomini sulla terra si tenessero per mano… nessuno potrebbe più pulirsi il culo!

Sono tutti bravi a fare i froci col culo degli altri…

Le femmine sono tutte checche  (graffito genovese)

Cesare, il popolo chiede sesterzi! No no, dite che io vado dritto.

Il papa ha detto che chi usa il preservativo fa una bestemmia contro Dio. E questo è vero, soprattutto quando si rompe.

Le conversazioni che si sentono dal parrucchiere sono la prova inconfutabile che le teste sono fatte esclusivamente per i capelli

La felpa è quell’indumento che un bambino mette quando sua madre sente freddo…

Sto ragazzino ha il culo posseduto dal demonio!!!  (il commento del padre entrato nel bagno appena dopo il figlio)

Da bambino a scuola andavo benissimo… era al ritorno che mi perdevo… (provenienza dubbia forse w. a.)

Se siete d’accordo anche voi, vorrei abbattere Maria De Filippi con una fucilata…   (paolo villaggio)

L’uomo sarà pur arrivato sulla luna. Ma un catanese sempre un catanese rimane!  (franco franchi)

Le leggi per i nemici si applicano, per gli amici si interpretano…   (g. giolitti)

Celebrati a Stoccarda i funerali di Ferdinand Porsche, fondatore dell’omonima casa automobilistica. La bara era decappottabile   (daniele luttazzi)

Gli USA hanno inviato altri ventimila soldati in iraq. in realtà ne bastavano duemila, ma con ventimila c’era lo sconto comitive. (daniele luttazzi)

 

Striscioni calcistici

ETNA SANTO SUBITO  (Palermo-Catania, striscione curva nord)

Dio esiste, ed ha il codino  (striscione dedicato a Roberto Baggio)

 


Aforismi d’oltralpe

Non vale la pena di fare nulla a meno che le conseguenze non possano essere serie. (george bernard shaw)

Se cominciassi a vendere candele, il sole non tramonterebbe più… (proverbio yiddish equivalente alla nostra legge di Murphy)

L’unico sport che ho sempre praticato nella mia vita è quello andare ai funerali dei miei amici sportivi  (mark twain)

Il saggio indica la Luna. Lo stolto guarda il dito   (proverbio zen)

Generali e medici entrano in paradiso attraverso la porta dei fornitori   (t. bernard)

E’ più facile fare shopping con una ragazza, che cucinare la pasta con degli italiani!   (josef, a berlino)

Gli italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e le partite di calcio come se fossero guerre!   (winston churchill)

Venite a visitare l’italia, prima che gli italiani la distruggano   (un quotidiano inglese)

Meglio padroni all’inferno che servitori in paradiso   (john milton)

Non esistono donne brutte, dipende solo da quanta vodka hai bevuto   (lord byron)

Il vino è nemico dell’uomo. Chi fugge davanti al nemico è un vigliacco   (charles baudelaire)

Di pensate discretamente profonde ne ho fatte anch’io, anche se le mie vertevano invariabilmente su una hostess svedese!    (woody allen)

———

Nella foto: una donna fancazzista che si rilassa nel Mar Morto: la salinità è talmente elevata che qui non bisogna nemmeno fare la fatica di nuotare, come in un divano è impossibile affogare o andare a fondo.

Scan the QR Code
Se ti è piaciuto questo post condividi in mobilità e diffondi tra i tuoi amici.
Come fare: con l’interprete di QR Code inserito nel tuo smartphone, potrai condividere il link di questa pagina (contenuto in questo strano quadrato) via e-mail – SMS – Skype – WhatsApp – Facebook (o altri social) a tutti i tuoi amici. Ti ringraziamo per il tuo aiuto.






Questo spazio è disponibile per promozioni o pubblicità in vari formati e dimensioni, se sei interessato contattaci o leggi qui


------- Se ti è piaciuto il post diffondi e metti Mi Piace
0
Puoi lasciare un commento o un trackback dal tuo sito.

Lascia una risposta

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes

Se trovi interessanti gli argomenti... condividi.

  • http://www.stampolampo.it/feed/
  • Follow by Email
  • https://www.facebook.com/stampolampoblog/
  • https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
    http://www.stampolampo.it/ode-al-cazzeggio">
  • https://twitter.com/slblog
  • SHARE
http://www.stampolampo.it/feed/
Follow by Email
https://www.facebook.com/stampolampoblog/
https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
http://www.stampolampo.it/ode-al-cazzeggio">
https://twitter.com/slblog
SHARE