Aumentare le viste al proprio sito web

Qualche giorno fa stavo girovagando un po’ sui motori alla ricerca di un modo semplice per aumentare le visite al proprio sito. In realtà mi sono accorto che ci sono molti modi gratuiti (più o meno subdoli) per ottenere risultati temporanei e non costanti: dallo scambio di link, allo spam sui forum o sulle email, al forzare artificiosamente il proprio page rank, alle forzature e varianti con le keywords, ecc. Tecniche queste poco raccomandate e fortemente punite dai motori di ricerca.

Ognuno (come è ovvio) vorrebbe incrementare le visite al sito a cui costantemente si prodiga da anni ed ognuno si aspetta di ottenere risultati incoraggianti, appaganti e crescenti.
Sappiamo che vi sono milioni di utenze nella rete, milioni di persone che girovagano senza meta e cliccano ovunque si muove qualcosa; di conseguenza non ci spiegamo come siti cretini ed insulti facciano alti numeri di traffico ed il nostro, magari curato e ricco di contenuti, non decolla mai (dalle mie parti si dice “che non cresce e non crepa”).
Secondo me il problema non va letto in questo modo, è vero che siti improbabili, con scarsi contenuti, scadenti nella grafica possano anche avere molti visitatori, ma questo non significa che siano apprezzati dal fruitore. Spesso è più probabile che sono solo ben indicizzati nei motori (anche in modi artificiosi) e molto pubblicizzati, ma poi presentano tempi di rimbalzo molto veloci (vale a dire il tempo che il visitatore impiega per uscire è dell’ordine di pochi secondi). Questo fattore porta sì a molti visitatori a livelli contabile, ma ad una bassissima fruizione effettiva del sito stesso.

------- Se ti è piaciuto il post diffondi e metti Mi Piace
0
Puoi lasciare un commento o un trackback dal tuo sito.

3 Risposte a “Aumentare le viste al proprio sito web”

  1. elvio ha detto:

    Grazie Gioele, grazie veramente sono veramente colpito dal tuo commento non tanto per gli apprezzamenti al lavoro che faccio ma per le tue idee chiare e semplici e contestuali all’articolo. Hai ragione il sito ha troppi oggetti che dovrei togliere per snellire il caricamento e su questo dovrei proprio lavorare. Ti contatterò a breve.

  2. gioelez ha detto:

    …clone di questo blog su quella piattaforma, magari linkando poi al tuo spazio web le cose che ti interessa far conoscere della tua/vostra attività. Nel mio blog per ora ho cercato di tenere la dimensione delle pagine sui 500 KB, ma ti consigli di non superare 1 mega. Un’altro aspetto secondo me importante è il numero di widget “esterni” presenti nella pagina, ogni oggetto presente genere 1 o più richieste di trasferimento dati a server diversi da dove hai l’hosting, e indipendentemente dalla quantità di dati trasferiti, molte richieste contemporanee all’apertura della pagina rallentano sensibilmente il caricamento. Ti dico questo (ci tengo a farlo presente) solo perchè mi farebbe piacere che il tuo blog avesse più successo. Puoi contattarmi per mail quando vuoi, mi farebbe molto piacere scambiare opinioni (fra appassionati del web) e anche poterti aiutare nel migliorare questo sito che secondo me ha degli ottimi contenuti.

    Saluti Gioele

  3. gioelez ha detto:

    Ciao Elvio,
    sono perfettamente d’accordo con te e visto che siamo in questo argomento vorrei farti un paio di osservazioni. Mi permetto di fare ciò perchè sono un affezionato lettore del tuo blog da più di un anno (feed RSS compresi) e apprezzo moltissimo la cura e la precisone con cui tratti e documenti gli articoli, per questo mi piacerebbe che blog come il tuo avessero più lettori e successo (vista la bassa qualità degli argomenti dei blog italiani che trattano scienza e tecnologie). Ciò premesso mi permetto di suggerirti di diminuire un pò il numero di widget, gadget, animazioni e suoni presenti sulle pagine del tuo blog, perchè il browser fa veramente molta fatica a finire di caricare le pagine. Magari aggiungi dei link testuali a queste funzioni o qualche immagine statica ma carina, perchè 6-7 Megabyte sono davvero troppi per caricare una pagina. Ti assicuro che ho una ADSL da 10 mega e un PC discretamente potente (l’ho assemblato personalmente scegliendomi i pezzi), quindi se le pagine sono molto lente per me non oso immaginare quanto tempo impieghi un utente che capita sul tuo sito e sta navigando con un modem analogico o una internet key (e da quello che sento in giro, in Italia sono molti a non avere una ADSL decente per mancanza di copertura). Sto sviluppando un progetto per un blog personale, non è ancora finito (appena lo sarà ti posto volentieri il link) ma nonostante sia incompleto (ho scritto solo 3 post) sono già indicizzato nei primi 5 risultati di Google con 3-4 parole chiave. Non perchè sono un fenomeno ma semplicemente perchè ho fatto delle scelte tecniche valutando tutte le opzioni. La prima scelta è stata quella di creare il blog sullo spazio gratuito di Google (blogspot.com), che secondo me aiuta nell’essere indicizzati (non ne ho le prove tecniche ma credo che qualche agevolazione ci sia). Consiglio quindi anche a te di creare un

Lascia una risposta

Powered by WordPress | Designed by: 7Graus | Thanks to 7Graus WP Themes

Se trovi interessanti gli argomenti... condividi.

  • http://www.stampolampo.it/feed/
  • Follow by Email
  • https://www.facebook.com/stampolampoblog/
  • https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
    http://www.stampolampo.it/aumentare-le-viste-al-proprio-sito-web/">
  • https://twitter.com/slblog
  • SHARE
http://www.stampolampo.it/feed/
Follow by Email
https://www.facebook.com/stampolampoblog/
https://plus.google.com/u/0/+StampolampoIt
http://www.stampolampo.it/aumentare-le-viste-al-proprio-sito-web/">
https://twitter.com/slblog
SHARE